Clinica Villa Delle Querce
Via Battistello Caracciolo, 48, 80136 Napoli NA P. Soccorso Ostetrico H24 Centralino 081 557 0111

Chirurgia Generale

people

Presso la nostra struttura si eseguono in convenzione interventi di chirurgia generale tradizionale in elezione ed in via video laparoscopica, chirurgia oncoplastica della mammella, chirurgia oncologica della cute e degli annessi, chirurgia della parete addominale, della tiroide, trattamento chirurgico dell'insufficienza venosa cronica degli arti inferiori e della patologia proctologica. E' presente inoltre un servizio privato (non convenzionato) di Chirurgia Plastica Estetica e Ricostruttiva e di Dermatochirurgia.

Chirugia Mini-Invasiva:

La laparoscopia è una tecnica chirurgica minimamente invasiva, grazie alla quale il chirurgo accede alla cavità addominale e alla cavità pelvica del paziente, senza ricorrere alle incisioni richieste dalla chirurgia tradizionale.
Dalla fine degli anni '80 l'avvento della chirurgia laparoscopica ha profondamente influenzato l’approccio alle patologie chirurgiche.
L'inserimento, attraverso l'ombelico, di uno strumento ottico chiamato laparoscopio e di altri strumenti operatori, con piccole incisioni sull’addome, (strumenti di taglio e coagulazione, pinze , forbici, etc,) permette di eseguire un intervento chirurgico, anche molto complesso senza la necessità di ampi tagli come per la chirurgia tradizionale.
Un sistema di fibre ottiche (cavo ottico) convoglia, attraverso il laparoscopio, la luce proveniente da una fonte luminosa ad alta potenza all'interno dell'addome del paziente, in modo da illuminarlo.
Il laparoscopio è collegato ad una telecamera ad alta definizione che permette di elaborare i segnali provenienti dal laparoscopio e di visualizzarli su un monitor a colori ad alta definizione posto dinanzi all'operatore. Questo insieme di strumenti permette al chirurgo di vedere l'interno dell'addome ed operare sugli organi. Le immagini dell'intervento possono essere registrate su un supporto di memorizzazione.
I vantaggi chirurgici, postoperatori e psicologici offerti dall'approccio mini-invasivo sono numerosi.

Vantaggi della laparoscopia

La laparoscopia permette di:
ridurre in modo significativo il trauma chirurgico,
ridurre il dolore post-operatorio,
ridurre l'estensione delle ferite e delle cicatrici chirurgiche,
ridurre la probabilità di ernie (laparoceli) sulle incisioni chirurgiche,
ridurre le perdite ematiche sia per la minore estensione delle ferite sia per una accurata emostasi necessaria durante l'intervento,
ridurre il rischio di contaminazione ed infezione delle ferite,
ridurre la possibilità di aderenze viscerali post-operatorie per la minore manipolazione chirurgica,
accelerare la ripresa della normale alimentazione post-operatoria,
facilitare la ripresa globale dopo l'intervento,
ridurre l'impatto estetico delle cicatrici chirurgiche,
facilitare l'accesso del paziente ad una procedura chirurgica.

Gli interventi più frequentemente eseguiti con tecnica laparoscopica sono molti, fra cui:
Calcolosi e calcoli della colecisti - Asportazione laparoscopica della colecisti,
Neoplasie del colon - Chirurgia laparoscopica
Appendicectomia laparoscopica,
Chirurgia della parete addominale (ernie e laparoceli),
Interventi per diverticolosi del colon,
Chirurgia dello stomaco,
Chirurgia delle ghiandole surrenali,
Chirurgia della milza,
Chirurgia dell'intestino tenue,
Chirurgia ginecologica (utero, ovaie, tube),
Chirurgia del pancreas.

Colecistectomia laparoscopica

La calcolosi della colecisti è una malattia che colpisce il 18% della popolazione totale ed interessa maggiormente le donne, con un rapporto di 3 a 1 rispetto al sesso maschile e con un'incidenza maggiore nella quinta decade di vita. La terapia di scelta per il trattamento della litiasi della colecisti sintomatica è quella chirurgica

I calcoli alla colecisti necessitano spesso di un intervento di rimozione della colecisti. La colecisti è un organo posto sotto al fegato, la sua funzione è quella di raccogliere parte della bile prodotta dal fegato e partecipare al processo digestivo dei cibi grassi. In una percentuale di pazienti, all'interno della colecisti, si formano dei calcoli, cioè dei piccoli "sassolini". I calcoli possono avere dimensioni variabili, da pochi millimetri a qualche centimetro e tendono a spostarsi e dare origine a una sintomatologia dolorosa (colica biliare). Queste patologie (calcoli della colecisti e calcoli del coledoco) necessitano di trattamento chirurgico.L'asportazione della colecisti si fa tramite un intervento in anestesia generale e con un ricovero di circa 48 ore, nelle migliori condizioni.
L'uso della tecnica laparoscopica ha permesso di ridurre i tempi di degenza, di ridurre le complicazioni legate ad una ferita sull'addome, ha migliorato il rapporto rischio/beneficio a favore dell'intervento.

Fasi principali del percorso terapeutico della colecistectomia laparoscopica:
visita chirurgica per valutare l'indicazione all'intervento,
esecuzione degli esami del sangue, elettrocardiogramma, visita dell'anestesista prima del ricovero in regime ambulatoriale,
ingresso in ospedale la mattina dell'intervento,
esecuzione dell'intervento,
pernottamento,
controllo dello stato del paziente,
esecuzione di esami ematici di controllo,
dimissione,
appuntamento post-operatorio per il controllo ambulatoriale.

Neoplasie del colon - Chirurgia laparoscopica

La chirurgia laparoscopica delle neoplasie del colon ha guadagnato un posto di rilievo nei confronti della chirurgia tradizionale con incisione laparotomica mediana addominale.
L'intervento di asportazione del colon per via laparoscopica ha permesso di conseguire alcuni significativi vantaggi per il paziente.
Vantaggi
Quali sono i vantaggi dell'approccio laparoscopico:
riduzione della estensione delle cicatrici chirurgiche,
riduzione del dolore postoperatorio,
riduzione della durata della degenza,
riduzione della necessità di trasfusioni di sangue,
riduzione dello stress da trauma chirurgico,
una ripresa della funzione intestinale più rapida rispetto alla chirurgia tradizionale,
miglioramento della funzione respiratoria dopo l'intervento per minor dolore sull'addome,
riduzione del rischio di laparocele, cioè di ernia della ferita chirurgica successiva all'intervento,
miglioramento del risultato estetico,
rapida ripresa delle normali attività quotidiane e lavorative.

Risultati
I risultati dal punto di vista oncologico sono sovrapponibili alla chirurgia tradizionale, con la stessa lunghezza di intestino asportata, lo stesso numero di stazioni linfonodali e quindi la stessa radicalità oncologica rispetto all'intervento tradizionale. La ripresa della normale attività quotidiana è più rapida con la tecnica laparoscopica rispetto al taglio addominale.
La chirurgia laparoscopica del colon può essere effettuata sia per resezioni del colon destro, del trasverso, per il colon sinistro e retto.
Tutta la patologia del colon (la malattia diverticolare e neoplastica) può essere trattata con la chirurgia laparoscopica del colon.

Per info contattare Dtt.ssa Antonella 3393142273 Dtt.ssa Francesca 3497185783